Pinzimonio con crema di Parmigiano grattugiato in busta

Il pinzimonio è un contorno leggero o un antipasto molto salutare. Viene preparato con verdure fresche rigorosamente di stagione servite crude, tagliate a bastoncini o a cubetti. Queste vengono accompagnate con un condimento, detto pinzimonio, a base di olio e sale a cui si può aggiungere un po’ di pepe, succo di limone o aceto.

Generalmente viene servito su un piatto da portata al centro del tavolo con ciotoline in cui poter intingere le verdure oppure su bicchierini monoporzione. Le verdure possono essere carote tagliate a bastoncini non troppo grossi, coste di sedano private dei fili interni e della parte più chiara, ravanelli lasciati interi e finocchi a spicchi.

Volendo si potrebbe preparare una salsa di accompagnamento a base di formaggio grattugiato in busta, ottimale sarebbe dell’ottimo parmigiano grattugiato. Una crema saporita, gustosa, perfetta per accompagnare un antipasto, spalmata su pane tostato o anche per essere servita insieme ad un piatto a base di carne.
Il pinzimonio è un contorno leggero o un antipasto molto salutare. Viene preparato con verdure fresche rigorosamente di stagione servite crude, tagliate a bastoncini o a cubetti. Queste vengono accompagnate con un condimento, detto pinzimonio, a base di olio e sale a cui si può aggiungere un po’ di pepe, succo di limone o aceto.

Generalmente viene servito su un piatto da portata al centro del tavolo con ciotoline in cui poter intingere le verdure oppure su bicchierini monoporzione. Le verdure possono essere carote tagliate a bastoncini non troppo grossi, coste di sedano private dei fili interni e della parte più chiara, ravanelli lasciati interi e finocchi a spicchi.

Volendo si potrebbe preparare una salsa di accompagnamento a base di formaggio grattugiato in busta, ottimale sarebbe dell’ottimo parmigiano grattugiato. Una crema saporita, gustosa, perfetta per accompagnare un antipasto, spalmata su pane tostato o anche per essere servita insieme ad un piatto a base di carne.

PREPARAZIONE

Scopriamo più attentamente come preparare questa deliziosa salsa di accompagnamento.

In un pentolino mettiamo a scaldare un pò di latte facendo attenzione a non portarlo ad ebollizione. Parallelamente in un’altra ciotola facciamo sciogliere del burro al quale aggiungeremo della farina, girando scrupolosamente per evitare che si creino dei grumi. Versiamo il latte precedentemente scaldato, sempre continuando a girare. A questo punto aggiungiamo il nostro parmigiano grattugiato in busta. Serviamo la nostra salsa dopo averla fatta freddare.

A questo punto manca solo di poter gustare la nostra cena in compagnia di un buon vino… ma la domanda è: quale vino sarebbe meglio abbinare? La risposta dipende ovviamente dal tipo di stagionatura del parmigiano. Prevalentemente predilige i vini rossi di buon corpo e moderatamente caldi.

Se serviamo a tavola un formaggio di bassa stagionatura (12 mesi) che si usa prevalentemente negli aperitivi, allora lo accompagniamo con un bianco secco come un Franciacorta o un Trento classico. Mano a mano che saliamo di stagionatura suggeriamo un Chianti classico fino ad arrivare ad un Rosso di Montalcino o un Lambrusco Mantovano. Gustatevi la vostra cena in compagnia di amici e parenti sorseggiando del buon vino!

Alcune caratteristiche del parmigiano

Il parmigiano è un alimento che per la sua delicatezza e il suo sapore deciso può essere usato per esaltare e arricchire molti piatti.

Sapevate che è un formaggio che può contenere fino al 70% di sostanze nutritive come minerali, proteine e vitamine? Per questo viene definito un piatto completo! Il parmigiano infatti contiene calcio, che è il minerale più presente nel corpo umano, presente soprattutto nelle ossa e nei denti ed è un naturale regolatore dell’attività cellulare. E’ necessario assumerlo con l’alimentazione per quattro motivi

  • aiuta a prevenire osteoporosi, soprattutto negli anziani e donne in menopausa
  • è il principale costituente di ossa e denti
  • solo in sua presenza possono svolgersi naturalmente alcune reazioni enzimatiche
  • se è presente in modo insufficiente i processi coagulativi del nostro corpo hanno difficoltà ad azionarsi
  • è necessario per la contrazione di muscoli e cuore.

Il suo fabbisogno giornaliero varia con l’età, ma prevalentemente la quantità richiesta dall’ organismo è pari a 1200 mg di calcio in fase adolescenziale per poi scendere a 900 mg in età adulta.